Archivio

Archivio Agosto 2008

Intercettazioni, responsabilità politiche e penali,il caso Telekom Serbia

29 Agosto 2008 1 commento


 

Mi rendo conto che la mia posizione sulle intercettazioni è più unica che minoritaria, tuttavia ci tengo a espletarla. Premetto che in assoluto non credo ai bavagli, che sono l’antitesi della democrazia ed il primo passo verso la costruzione di un Paese autoritario; tuttavia se limitazione ha da essere deve andare in tutt’altra direzione.

Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag:

La minoranza illuminata

25 Agosto 2008 1 commento


 

Di solito i primi giorni di lavoro sono delicati e nello stesso tempo differenti a seconda se si lavora per un ente pubblico o para pubblico o per una azienda privata.

Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag:

La morte delle api: raggiunto il punto di crisi

23 Agosto 2008 4 commenti

Ho cercato di tradurre al meglio un articolo pubblicato su The Guardian e segnalatomi dal blog di Beppe Grillo, fidandomi poco di quest’ultimo ho provveduto personalmente a fare la traduzione del testo. Spero di aver fatto un buon lavoro. A voi le conclusioni su una situazione che a leggere appare davvero preoccupante.

Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag:

La Cina censura il sito internet del Partito Radicale

17 Agosto 2008 Commenti chiusi
Categorie:Società Tag:

Tracotanza e prepotenza di Potere

17 Agosto 2008 1 commento


Una delle caratteristiche degli inizi di questo millennio è la tracotanza. Caratteristica tipica dei deboli muscolosi che trasformano la loro forza fisica in assoggettamento e ricatto.

Questo sostantivo, spesso o meglio quasi sempre, si abbina perfettamente all’essere maschile e come esponente virtuoso del "genere" non posso che confermarlo.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Berlusconi è morto?

9 Agosto 2008 6 commenti


Berlusconi, il nostro caro premier, ormai fa notizia per qualsiasi cosa. Prepara le sorprese, anche se esse non lo sono. Distoglie gli italiani dai veri problemi del quotidiano.
Intendiamoci, questo governo nei primi giorni sta facendo complessivamente meglio dei primi cento giorni del governo Prodi, ma tende a nascondere e a nascondersi.
Soprattutto il premier. Sembra che per la politica, Berlusconi sia morto.
Lo vediamo mano nella mano con la moglie Veronica, quest’ultima che rilascia un’intervista, la foto con il nipotino, qualche settimana fa con qualche attricetta, come dice il Lenticchione, per preparare lo scoop di questi giorni.
Nessuna dichiarazione sulla Cina delle Olimpiadi, nessuna sul conflitto in Ossezia, nessun commento serio sugli ultimi dati dell’economia italiana.
Si è vero, Berlusconi è morto, almeno per questa settimana.

Categorie:Società Tag:

Poliziotti e carbinieri: PAGATE

8 Agosto 2008 7 commenti

Parlando con un mio conoscente che per lavoro è a strettissimo contatto con diverse finanziarie sono ventuto a conoscenza di una informazione che ignoravo completamente.
Naturalmente queste finanziarie, hanno un database relativo ai clienti e alle cateorie a cui essi appartengono e a loro risulta che le quattro categorie che sono a maggior rischio, o meglio che hanno una piu alta percentuale di sofferenze sono: carabinieri, divorziati, poliziotti e preti, in rigoroso ordine alfabetico, la classifica precisa non la saprei definire.
Ora se è comprensibile che ci siano i divorziati (si fa fatica a mantenere una famiglia, figuriamoci due) ed i preti (fanno oggettivamente parte della feccia della società italiana con i loro privilegi e il loro sentirsi intoccabili), desta stupore, per lo meno il mio, che carabinieri e poliziotti siano in questa classifica.
E’ vero che gli stipendi delle forze dell’ordine non sono così elevati, ma sicuramente c’è chi sta peggio, allora il mio punto interrogativo è: non è che anche loro iniziano a sentirsi intoccabili?
Ultima considerazione: è vero che c’è bisogno di maggiore sicurezza, ma soprattutto di maggiore serietà e legalità e quindi di rispetto delle regole e degli impegni, ma se chi è deputato a fare ciò è il primo a trovare scorciatoie non proprio virtuose, che speranza c’è?

Categorie:Società Tag:

Gasparri è di sinistra

6 Agosto 2008 3 commenti

Oggi l’ottimo portavoce di Forza Italia, Daniele Capezzone, che noi continueremo a chiamare Il Lenticchione, per la sua ormai nota fama di conoscitore e promulgatore di minestre di lenticchie, ha dichiarato: Della questione drammatica dei diritti umani in Cina e della necessaria espansione del processo democratico in quel Paese bisogna parlare (e agire) tutto l’anno, e non solo nelle due settimane delle Olimpiadi come vorrebbe qualcuno a sinistra.Ecco perché sarebbe assurdo togliere ad atleti che hanno fatto grandi sacrifici la possibilità di gareggiare e di cogliere le soddisfazioni di una vita.  

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

La domanda non è chi è, la domanda è perchè?

4 Agosto 2008 Commenti chiusi


In alcuni quartieri critici di alcune città italiane, da oggi, polizia e carabinieri saranno affiancate dall’esercito per scopi di ordine pubblico.
C’è chi dice che è una decisione esagerata e chi invece pensa sia necessario.
Io credo che la domanda sia perchè? E questo non per parafrasare i comici di Colorado Cafè, bensì per evidenziare l’ennesimo limite della politica italiana.
Potenzialmente, nel rispetto della legge, io potrei essere d’accordo con provvedimenti di questo genere, purchè si fissino degli obiettivi, misurabili.
In questo modo, col senno di poi, si potrà verificare se l’iniziativa è stata congrua o fallimentare.
Ad esempio se l’obiettivo, circoscritto alle aree oggetto dell’esperimento, fosse quello di ridurre del 30% le rapine, del 40% gli scippi, del 80% gli omicidi, (le percentuali non hanno una logica, sono esemplificative di un mio personale stato d’animo), allora avremmo una base di valutazione, base a disposizione di tutta la popolazione.
Ma in Italia, con questa classe dirigente autoreferenziale ed incapace, che sia di destra, centro o sinistra poco cambia, le speranze che si possa arrivare ad una politica responsabile, liberale e pragmatica, sono ridotte ad un lumicino acceso in una giornata di grandine. Sempre più pessimista.

Categorie:Primo piano Tag: ,